Gianrico Carofiglio. La misura del tempo

Continua la saga dell’Avv. Guido Guerrieri che si trova a decidere se assumere il caso del figlio di una sua vecchia fiamma , Lorenza, condannato in primo grado per omicidio. L’appello non sarà facile per molte mancanze dell’avvocato che ha seguito il primo grado. Iacopo, il figlio di Lorenza, non ha certo una storia cristallina e poi l’Avvocato Guerrieri ha molti dubbi ma poi….

“Vedete, quando ci si pone rispetto a una realtà da interpretare con una ipotesi univoca, che sin dall’inizio non ammette possibilità diverse, si produce un fenomeno che gli psicologi chiamano «tunnel cognitivo». Significa che l’ipotesi diventa il criterio non solo di interpretazione dei dati, ma di vera e propria percezione della realtà. Significa che noi percepiamo quello che corrisponde all’ipotesi e, letteralmente, non vediamo ciò che la disconferma.”

Il problema di fondo è per Guerrieri instillare  nella testa dei girati il ragionevole dubbio in quanto nel primo grado Iacopo sulla base di un processo indiziario era stato inquadrato come l’unico possibile autore dell’omicidio per il quale è stato poi condannato.

Carofiglio è una penna gradevolissima. Il personaggio Guido Guerrieri molto coinvolgente e appassionante tra i pugni al suo amato Sacco , le passeggiate al mare pugliese e i dubbi e le riflessioni.

Libro molto molto bello e per chi non conoscesse l’avvocato Guerrieri consiglio di leggere anche tutti gli altri.

Uscita: novembre 2019 per EINAUDI

Written by barbaraprampolini